In the series of these paintings the pictorical matter – clay, asphalt, graphites- has a direct connection with the soil and the landscape.  The image that emerges is the overlaping series of signs made with graphite, clay and asphalt. This “pedogenesis” that develops in the painting gives importance to the sedimentation of a material over another. And yet the sedimentation pushes the subject in the depth creating something like a ghost of a landscape. The continues cancellation and resubmission of the signs leads every work to an unlimited evolution in time.

Nella serie di dipinti qui presentati la materia pittorica – terre, bitumi, grafiti – ha un legame diretto con il suolo e il paesaggio. La “stratificazione” dei materiali spinge il soggetto nelle profondità del quadro creando qualcosa come un fantasma di un paesaggio.  La continua cancellazione e ripresentazione del segno porta ogni lavoro ad un’evoluzione  illimitata nel tempo.

250x200 cm
80x80 cm